Il carabiniere Giupponi medaglia di bronzo nella marcia 35 km

16 Agosto 2022

Prima medaglia per l'Italia ai Campionati Europei: la conquista Matteo Giupponi (Carabinieri) nella marcia 35 km.

 
Mattina intensa nella seconda giornata dei Campionati Europei di atletica a Monaco.
E arriva la prima medaglia per l'atletica italiana grazie (non è una novità) alla marcia. La conquista Matteo Giupponi, bergamasco, 34 anni, atleta del G.S. Carabinieri, fin dal 2008.


Giupponi, una bella carriera a livello giovanile, contraddistinta da 2 medaglie a livello di Campionati Europei nella marcia, con il 2° posto da juniores nel 2007 nei 10000 metri e il 3° da under 23 nel 2009 nella 20 km e una altrettanto buona carriera a livello assoluto, con partecipazioni a Campionati Europei, Campionati Mondiali e Giochi Olimpici (8° posto nel 2016 e Rio de Janeiro), va sul podio a Moanco con il 3° posto nella marcia 35 km conquistando la medaglia di bronzo con il tempo di 2.30.34 (primato personale), in una gara vinta dallo spagnolo Miguel Angel Lopez in 2.26.49, seguito dal tedesco Christopher Link in 2.29.30. 
Con una gara sempre nelle prime posizioni, è definitivamente al 3° posto al 29° km, e mantiene un vantaggio di sicurezza sul 4° classificato, che termina distanziato di circa 2 minuti.
Era iscritto alla gara di 35 km, ma non ha potuto prendere il via per un infortunio un altro atleta tesserato in Emilia Romagna, Teodorico Caporaso (Virtus Emilsider Bologna).
Nelle gare mattutine della seconda giornata erano in gara anche altri atleti della Emilia Romagna:
nei 1500 metri Federica Del Buono (Carabinieri) si è piazzata al 9° posto nella prima batteria, con il tempo di 4.08.14 e non ha superato il turno, a differenza delle altre 2 azzurre, Ludovica Cavalli (Aeronautica) in prima batteria e Gaia Sabattini (Fiamme Azzurre) in seconda batteria che si sono qualificate per la finale;
nei 400 metri Edoardo Scotti (Carabinieri) ha corso in 46.49 la seconda semifinale, piazzandosi al 7° posto, lontano dai primi e mancando la qualificazione, peraltro molto difficile alla finale. Ha sicuramente risentito, come altri atleti, fra cui l'latro azzurro Davide Re (Fiamme Gialle) del turno di batteria disputato ieri e veramente non si comprende come il regolamento dei Campionati consenta nelle gare con 3 turni agli atleti più accreditati di non disputare il primo, così da non permettera ai vari atleti di concorrere ognuno alla pari degli altri.
nel martello è stato sufficiente un unico lancio a 73,40 per Sara Fantini (Carabinieri) di guadagnare la qualificazione alla finale, con la seconda misura di qualificazione.
Sta intanto proseguendo la splendida gara di decathlon di Dario Dester (Carabinieri) che ha corso i 110 hs in 14.44 (0,0), lanciato il disco a 43,04 (primato personale) e saltato con l'asta 4,90. Nella classifica dopo 8 gare Dester mantiene il 2° posto con 6852 punti, distanziato di 350 punti dallo svizzero Simon Ehammer e con un vantaggio non di sicurezza sugli altri atleti che sono in classifica dal 3° al 6° posto: nell'ordine gli estoni Maicel Uibo con 6788 e Janek Oiglane con 6779, il tedesco Kai Kazmirek con 6757 e il norvegese Sander Skotheim pure con 6757. In serata il giavellotto e i 1500 metri per concludere le 10 fatiche e sperare in un'altra medaglia per l'atletica italiana e i G.S. Carabinieri.

Risultati

Giorgio Rizzoli




Condividi con
Seguici su:

Pagine correlate