Grosseto: la carica dei master per gli Europei

11 Maggio 2022

Tre giornate di gare, da venerdì a domenica, per la rassegna continentale “over 35” con più di 1200 atleti iscritti: ecco i protagonisti più attesi. Giovedì la cerimonia di apertura

 

Pronti, via. Tre giornate di sfide a Grosseto, dal 13 al 15 maggio, con 1219 iscritti e 1649 atleti-gara per i Campionati Europei Master non stadia di atletica, mentre nel pomeriggio di giovedì 12 andrà in scena la cerimonia di apertura. Previste in tutto dodici competizioni: si parte venerdì con 10 km di marcia su strada (uomini e donne) e 10 km di corsa su strada (uomini e donne), poi sabato al mattino per la prima volta i 5 km di corsa, distanza sempre più diffusa su strada anche a livello assoluto, e al pomeriggio il nordic walking, un’altra novità di questa edizione, quindi domenica la mezza maratona sulla classica distanza dei 21,097 km per chiudere con la 30 km di marcia maschile e la 20 km di marcia femminile. In palio 124 titoli individuali, ma in ogni prova di corsa e marcia si assegnano anche le medaglie a squadre, con la somma dei tempi di tre atleti in ciascuna categoria. Un evento che come sempre va oltre l’aspetto agonistico per promuovere più che mai, dopo un periodo segnato dalla pandemia, l’importanza della pratica sportiva a ogni età.

C’È CALCATERRA - Quasi 700 gli italiani in gara e complessivamente sono rappresentate 27 nazioni. Tra i più noti il popolare ultramaratoneta romano Giorgio Calcaterra (M50, Calcaterra Sport), tre volte campione mondiale della 100 km, atteso nella mezza maratona. Non mancheranno molti degli atleti che si sono già messi in luce durante questa stagione a cominciare da Joachim Nshimirimana (M45), che ha partecipato a due maratone olimpiche con la maglia del Burundi (2004 e 2008), ormai cittadino italiano. L’atleta della società organizzatrice Track & Field Master Grosseto, già oro mondiale ed europeo master, ha vinto di recente il titolo tricolore di categoria nella mezza a Numana come l’ex iridato Virginio Trentin (M65, Atl. San Biagio) e Maurizio Vagnoli (M60, Dynamyk Fitness). Nei 10 km annunciati tra gli altri il primatista italiano M70 Adolfo Accalai (Atl. Avis Castel San Pietro) e don Franco Torresani (M60, Atl. Paratico), il sacerdote della corsa in montagna. Il meno giovane è il 93enne Angelo Squadrone (Marathon Club Pisa), di origine pugliese ma residente nella città toscana, colonnello dei paracadutisti in congedo, primatista europeo M90 della mezza maratona (3h12:14) che è iscritto in tutte e tre le gare di corsa.

DONNE DI CORSA - Al femminile ci saranno atlete che in carriera sono riuscite a conquistare titoli italiani assoluti di maratona: sulla mezza la lombarda Claudia Gelsomino (W50, Pbm Bovisio Masciago), 10 km per la romagnola Martina Facciani (W35, Atl. Avis Castel San Pietro). Nella mezza maratona è iscritta Denise Tappatà (W40, Sef Stamura Ancona), tricolore in carica della 100 km, mentre l’altra marchigiana Simona Santini (W40, Circolo Minerva Parma), ex azzurra del mezzofondo, correrà 5 e 10 km. Tre gare per Sonia Lopes (W45, Boscaini Runners), originaria di Capo Verde con cui ha partecipato a varie edizioni dei Mondiali in passato, e per l’intramontabile Maria Grazia Navacchia (W65, Cral Amiat Torino), più di duecento maratone all’attivo. Nella mezza al via anche le campionesse italiane master Eva Toccafondi Grunwald (W60, Track & Field Master Grosseto) e Cristina Frontespezi (W65, Atl. Roata Chiusani), invece la più esperta è Maria Cristina Fragiacomo (W80, Atl. Aviano), classe 1938, che affronterà i 5 chilometri.

MARCIA - Tanti protagonisti nella marcia, in una start list che comprende diversi plurimedagliati a livello internazionale: il campano Vincenzo Magliulo (M45, Elite Academy Bari), gli ori mondiali Ettorino Formentin (M75, Us Quercia Trentingrana Rovereto) e Romolo Pelliccia (M85, Atl. Libertas Orvieto), al femminile la sua allieva e compagna di club Valeria Pedetti (W45, Atl. Libertas Orvieto), proclamata nel 2018 marciatrice europea “over 35” dell’anno. Da seguire con attenzione due atlete che in questa stagione hanno già migliorato primati italiani master, Rosetta La Delfa (W40, Unione Giovane Biella) e Daniela Ricciutelli (W65, Liberatletica Roma).

EDIZIONE 18 - Sarà la diciottesima edizione della rassegna continentale di corsa e marcia su strada: la seconda a Grosseto, dopo quella del 2015 svolta su percorsi differenti, e la terza in Italia che l’ha accolta anche nel 1991 a Dolo e Mira, in provincia di Venezia. L’ultima volta è stata nel 2020 alla fine di ottobre nell’isola di Madeira, a Funchal, con una presenza ridotta a causa dell’emergenza sanitaria: per l’Italia tornano in azione due campioni europei, entrambi nella marcia, Gabriele Caldarelli (M60, Atl. Firenze Marathon) sui 30 km e la siciliana Anna Maria Famea (W55, Podistica Pattese) sui 20 km. Sempre il Portogallo quest’anno, a febbraio, ha ospitato a Braga gli Europei master indoor dove tra gli altri Marina Ivanova (W40, Atl. Osimo) si è aggiudicata il titolo nei 3000 di marcia, oltre a Joachim Nshimirimana nel cross. Tra i campioni mondiali in carica, ai nastri di partenza anche la marciatrice Elena Cinca (W50, Atl. Brugnera Friulintagli). In chiave internazionale ci saranno i britannici Clare Elms nelle corse e Ian Richards (che ha gareggiato alle Olimpiadi di Mosca ’80) nella marcia, ambedue premiati nel 2019 come master dell’anno in Europa nelle rispettive specialità. Fuori classifica iscritti anche atleti di Algeria e Arabia Saudita. Per tutti il primo appuntamento è con la cerimonia di apertura di giovedì pomeriggio, dalle ore 18, in piazza Dante a Grosseto.

l.c.

SEGUICI SU: Instagram @atleticaitaliana | Twitter @atleticaitalia | Facebook www.facebook.com/fidal.it

File allegati:
- ISCRITTI
- Il sito della manifestazione


Condividi con
Seguici su: